Kids Zone è un laboratorio per i bambini (0-13 anni) che unisce il gioco ad un’esigenza generalmente poco gradita dai bambini: farsi tagliare i capelli!

Depositphotos_1118085_original.jpg

Premessa
Molti genitori raccontano che i propri figli si fanno tagliare i capelli poco volentieri. In alcuni di questi casi recarsi in un salone di bellezza è fonte di stress, per cui spesso questi genitori evitano di portarvi i bambini. Nel caso dei bambini più piccoli, si finisce a volte con il tagliarli da sé in casa, tentando di farli stare fermi. Nel caso dei bambini e ragazzi più grandi, a partire dalle ultime classi delle scuole elementari, si riesce generalmente più spesso a convincerli a farsi tagliare i capelli dal parrucchiere, ma la situazione può risultare un po’ imbarazzante per il bambino, che può sentirsi fuori luogo in un contesto di adulti e, nella migliore delle ipotesi, si annoia. Il laboratorio Kids Zone è un ambiente pensato per accogliere i bambini, prima di tutto attraverso il gioco, ma anche attraverso una strutturazione dell’ambiente ideata appositamente per bambini e ragazzi. I colori sono tenui e rassicuranti, le postazioni sono strutturate in maniera tale che gli strumenti possano essere presentati dal personale uno per volta e non siano direttamente visibili al bambino, che generalmente è spaventato, per esempio, alla vista delle forbici (soprattutto i bambini piccoli), sono presenti intrattenimenti di vario genere, che coinvolgono anche la tecnologia, tanto amata soprattutto dai ragazzi.

L’associazione del gioco e dell’ambiente al farsi tagliare i capelli
Il bambino quindi entrando viene attratto dai giochi e intrattenimenti presenti ed è libero di esplorare l’ambiente e di scegliere l’attività preferita, prima di farsi tagliare i capelli. Questo processo di familiarizzazione è molto importante: è rassicurante, lo fa sentire accolto e compreso nelle sue esigenze.
Quando questo processo si realizza è molto più semplice effettuare una transizione verso la postazione in cui verranno tagliati i capelli, trovando nella postazione altro materiale interessante per il bambino (tablet, cartoni, ecc.). La presenza del parrucchiere e degli strumenti di lavoro è ora associata al gioco ed al divertimento.
Anche i ragazzi più grandi (10-13 anni) si sentono a loro agio, ritrovando i propri interessi negli intrattenimenti presenti ed avendo la possibilità di scegliere il proprio taglio di capelli e altri accessori disponibili (ciocche colorate, disegni, ecc.). Nell’approccio cognitivo-comportamentale rivolto ai bambini, anche nei casi di disabilità dello sviluppo, queste strategie (v. per esempio Martin e Pear, 2000) vengono implementate per motivare i bambini e i ragazzi all’apprendimento. Per esempio si applicano a scuola o nei centri per il trattamento, dove è necessario ottenere la collaborazione del bambino, motivandolo ad ascoltare delle istruzioni, ad esempio da parte delle insegnanti. In questo caso, l’applicazione di queste strategie, ovvero l’associazione del gioco e di un ambiente rassicurante ed accogliente e adatto al bambino ad una attività generalmente poco gradita dai bambini o ritenuta
noiosa (farsi tagliare i capelli), risulta molto efficace, al punto che questa attività diviene motivante per i bambini e i ragazzi e viene anche esplicitamente richiesta ai genitori.

iStock_000078675639_Full.jpg

Giochi e colori
L’ambiente di Kids Zone è familiare, rimanda al gioco ed alla cura. I giocattoli presenti sono adeguati ad ogni fascia d’età e sono distribuiti per zone: i bimbi più piccoli troveranno giochi adatti a loro che potranno liberamente esplorare; i bambini e ragazzi più grandi, che a partire dagli ultimi anni delle scuole elementari generalmente desiderano distinguersi dai bimbi più piccoli per gli interessi di gioco, troveranno una zona dedicata a loro, differente da quella dei più piccoli. Anche le postazioni sono confortevoli e le sedie sono studiate per consentire una seduta comoda per tutte le altezze e, quindi, per tutte le età.
Gli strumenti di lavoro non sono quindi direttamente visibili, ma possono essere presentati al bambino uno per volta, con la mediazione dell’adulto.
I colori utilizzati nell’ambiente sono colori pastello e colori naturali che rendono l’ambiente adatto all’esplorazione (un pò come avviene nel metodo Montessori).

Rassicurante non solo per i bimbi
La possibilità di far tagliare i capelli al proprio bambino in un salone di bellezza pensato per lui, senza che quindi questo rappresenti fonte di stress o che risulti noioso o imbarazzante, è molto rassicurante anche per i genitori. Più volentieri quindi anche i genitori stessi si recheranno dal parrucchiere, se questi ha una zona in cui il bambino può giocare ed intrattenersi, invece di doversi ritagliare del tempo quando il bambino è impegnato in altro modo. Infatti, il genitore che accompagna il figlio nella Kids Zone può concedersi del tempo anche per curarsi dei propri capelli nella zona del salone dedicata agli adulti. Inoltre, considerando che il bambino si intrattiene volentieri e può svolgere nella Kids Zone attività adeguate alla sua età e pensate per soddisfare le sue esigenze, il tempo che il genitore può trascorrere nella zona dedicata agli adulti potrà estendersi, usufruendo magari di diversi servizi (taglio, colore, piega, ecc.).
La presenza di altri bambini e ragazzi, tra l’altro, è ulteriore elemento motivante per il proprio figlio, che ha occasione di interagire e sviluppare le proprie abilità sociali, anche attraverso la comunicazione a distanza con altre Kids Zone, per esempio attraverso le postazioni chat disponibili.